Domenica 20 Aprile 2014

Come scrivere una mail ad un professore

mail

Non sai come scrivere una mail ad un tuo professore? Ebbene, se hai la necessità di dover

scrivere una mail ad un docente, magari per chiedere un appuntamento o per avere spiegazioni sul programma di esame, ecco una piccola guida con utili consigli e suggerimenti.

1- Prima di tutto, che linguaggio si deve utilizzare per scrivere una mail ad un professore? E' vero che la posta elettronica è uno strumento molto giovane e snello e utilizzato soprattutto dalle nuove generazioni. Ma non si deve utilizzare lo stesso linguaggio che useremmo se stessimo scrivendo ad un nostro amico o ad un coetaneo. Abbreviazioni e faccine varie vanno assolutamente evitate. Insomma, alcune formalità sono d'obbligo.

Non bisogna neanche, però, cadere nell'eccesso opposto e utilizzare un linguaggio degno di una lettera ufficiale del 1800. Tentare di assomigliare a Manzoni e Leopardi non vi farà fare di certo una bella figura.

2- Per quanto riguarda la formula introduttiva, quindi, è fortemente sconsigliato iniziare la lettera con 'Caro Professore'. La regola vorrebbe che si utilizzasse 'Egregio' per gli uomini e 'Gentile' per le donne. Ma per evitare, come detto, eccessi di formalismo, è consigliabile, quindi, iniziare con la formula 'Gentile professore' seguita, naturalmente, dal nome del docente.

3- E' importante, poi, ricordarsi di presentarsi subito, anche se alla fine apporrete la vostra firma, e non di scrivere semplicemente, per esempio, 'sono uno studente del II anno...'. E' presumibile, infatti, che il professore voglia sapere subito con esattezza chi è che gli sta scrivendo.

4- Per quanto riguarda, poi, il corpo della mail vera e propria, ecco alcuni consigli. La lettera, innanzitutto, non deve essere troppo lunga e deve andare a toccare subito il punto centrale del discorso e la motivazione per cui l'avete scritta. Non raccontate la storia della vostra vita. E' probabile che al docente non interessi sapere tutti i particolari del vostro problema. Ponete la domanda che vi interessa, quindi, in modo diretto e senza eccessivi preamboli.

5- Per quanto riguarda la chiusura della lettera, è sconsigliabile utilizzare la formula, un po' troppo docile e servizievole, 'La ringrazio per la sua grande disponibilità'. Meglio usare, per esempio, 'La ringrazio anticipatamente/in anticipo'.

6- Ed ecco il momento dei saluti. La formula 'Distinti saluti', anche se molto utilizzata, non è corretta dal punto di vista linguistico. 'Distinto', nella lingua italiana, indica qualcosa di diverso, che non rientra nella norma. Di per sè non ha un’accezione: potrebbe anche non essere un complimento, insomma. E' meglio, quindi, utilizzare la formula: 'Cordiali saluti' o, semplicemente, 'Saluti'. Ricordatevi, infine, di firmare la mail.

Se, invece, siete persone all'antica e volete rapportarvi con il vostro professore con una classica lettere, scritta a mano o digitata al computer che sia, ecco alcuni consigli su come scrivere una lettera formale.

Giuseppe Pomero

8 marzo 2011


Commenti (0)

Scrivi il tuo commento |

Aggiungi il tuo commento

Registrati nella community di Tutto gratis per accedere sempre con un unico nickname e avatar. Inoltre potrai conoscere nuovi amici, scambiare messaggi e partecipare alla vita della community.
Se sei gia' registrato effettua il Login

© Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati | Tuttogratis non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti. Tuttogratis e la tua Privacy.

Tuttogratis.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08